Biscotti da latte con ammoniaca

Questa è una ricetta della mia amica Giovanna, lei prepara questi biscotti per la colazione. Me li ha spesso decantati, prima o poi li proverò. Di questi biscotti con l’ammoniaca ne avevo sentito parlare anche da mia madre, la quale mi racconta che quando era bambina e viveva in campagna, nelle Marche, zia Mima, li preparava nel forno a legna che avevano dietro casa, dopo aver infornato il pane.

Ingredienti

  • 500 gr di farina OO ( io ho messo  meta’ di farina di riso)
  • 200 gr di zucchero
  • 2 uova
  • 100 ml di olio d’oliva (dal sapore delicato – io ho messo quello di mais)
  • 80 ml di latte
  • 1 aroma a piacere (la buccia grattuggiata di un agrume o della vanillina)
  • 10 gr di ammoniaca (è quella per uso alimentare – io ne ho messo un cucchiaino colmo meno di 10 gr)
  • + ulteriore latte e zucchero semolato per decorare

 

Procedimento

  • Si lavorano in una terrina le uova con lo zucchero finchè quest’ultimo non sia ben sciolto, si aggiunge poi l’olio e il latte appena intiepidito in cui si sarà fatta sciogliere l’ammoniaca.
  • Poi si aggiunge a poco a poco la farina a cui avremo miscelato l’aroma prescelto e si impasta brevemente fino ad ottenere un impasto liscio.
  • Si ricavano quindi dei cilindretti della dimensione desiderata. Ogni cilindretto va schiacciato, rigato con i rebbi di una forchetta, spennellato superiormente con del latte e premuto, dal lato spennellato, in un piatto con dello zucchero semolato.
  • Poi si dispongono in una placca foderata con carta da forno, ovviamente con il lato con lo zucchero rivolto verso l’alto: vanno messi ben larghi perchè in cottura il loro volume si triplica.
  • Si cuocciono in forno preriscaldato a 180° fino a che sono dorati, ci vogliono circa 10 minuti; il forno va lasciato leggermente aperto di 1 cm circa, ad esempio interponendo il manico di un cucchiaio o un mestolo.
  • Durante la cottura non vi spaventate ma sentirete una puzza mefitica: è l’ammoniaca, questo odore scompare quando il biscotto è freddo